Credits

Media

Date

Press

Contatti

L’ultimo Kaligola

In un futuro prossimo il mondo si trova sull’orlo della catastrofe. La speranza per l’umanità è affidata a un gruppo di scienziati incaricati di riportare in vita l’origine del male: l’individuo da cui parte l’idea stessa della malvagità al potere, la causa di tutte le problematiche sociali, politiche, il responsabile della sopraffazione dell’uomo sull’uomo. Il capostipite di tutti i tiranni viene identificato in Caligola, l’imperatore, il folle. Gli scienziati sottoporranno il soggetto a un percorso di riabilitazione che, liberatosi ben presto delle originarie buone intenzioni scientifiche, lascerà il posto ai più umani istinti della gelosia e del desiderio. L’esperimento conduce così gli scienziati a confrontarsi con il male che è dentro tutti gli uomini, con la conquista del potere a tutti i costi, con la solitudine. Realtà che dimostrano una follia nascosta e più pericolosa di quella che volevano curare. Un tentativo disperato e grottesco di cambiare il futuro modificando il passato.

CREDITS

Di Enrico Casale, Simone Ricciardi, Davide Faggiani

Con Enrico Casale, Simone Ricciardi, Marin Debatté

Una Produzione Gli Scarti

Con il sostegno di Pim Spazio Scenico

 

MEDIA

PROSSIME DATE

Non ci sono eventi in arrivo al momento.

CIRCUITAZIONE

28 FEBBRAIO 2018 TEATRO ROSSI – PISA
3 GIUGNO 2018 TEATRO ROSSI – MILANO
12 LUGLIO 2018 FABBRICA EUROPA – FIRENZE
21 LUGLIO 2018 TEATRO ROSSI – PISA
3 GIUGNO 2018 TEATRO ROSSI – MILANO
12 LUGLIO 2018 FABBRICA EUROPA – FIRENZE
28 FEBBRAIO 2018 TEATRO ROSSI – PISA
3 GIUGNO 2018 TEATRO ROSSI – MILANO
12 LUGLIO 2018 FABBRICA EUROPA – FIRENZE
21 LUGLIO 2018 TEATRO ROSSI – PISA
3 GIUGNO 2018 TEATRO ROSSI – MILANO
12 LUGLIO 2018 FABBRICA EUROPA – FIRENZE

PRESS

““E L’ultimo Kaligola, con le sue non nascoste pervesioni, citazioni erotico”

Renzo Francabandera, PAC

“In questa nuova fatica della compagnia, il tentativo è quello di analizzare non tanto una particolare forma di potere e la violenza che può scaturire dal suo esercizio, quanto il Male, con la M maiuscola, che bisogna riconoscere come ontologicamente proprio dell’io, e dell’essere umano. La matrice grottesca, propria degli Scarti, si sta rinsaldando in una prova attorale e drammaturgica sempre più compatta e lancinante. La loro poetica, tra Buñuel e Jarry, si sta raggrumando intorno a uno spettacolo che ha le potenzialità per bissare Ubu Rex.”

Simona Frigerio, Rumorscena
CONTATTI

Andrea Cerri

+393477033678

teatro@associazionescarti.it

Altre produzioni