VICOQUARTOMAZZINI


Premio Hystrio 2021 Migliore Compagnia italiana emergente

 

Raccontare mondi al contrario per riuscire a comprendere il nostro, stimolare il surreale per non giustificare il presente.
Questa la sfida di VicoQuartoMazzini, progetto nato nel 2010 che attinge alla forma spettacolare nei modi più disparati. In primis il teatro, ma anche radio, video e installazione, in un continuo movimento di ricerca volto a scoprire nuove prospettive del reale. VQM è guidata da Michele Altamura e Gabriele Paolocà, che sono attori, registi, autori, a volte scenografi, a volte light designer, ma negli anni ha coinvolto numerosi  artisti che l’hanno accompagnata nel suo percorso d’indagine artistica.

Dal 2010 produce spettacoli che sono stati rappresentati in numerose stagioni teatrali italiane e in festival nazionali e internazionali. 

Nel 2017 realizzano “Karamazov” spettacolo sostenuto dal Comune di Bari e dal Teatro Pubblico Pugliese, dove dirigono Dante Marmone, Nicola Pignataro, Tiziana Schiavarelli e Pinuccio Sinisi.
Nel 2016 realizzano “Little Europa” da ll piccolo Eyolf di Henrik Ibsen, spettacolo prodotto da VicoQuartoMazzini, Teatri di Bari, Gli Scarti e ospite del Ibsen Festival di Oslo.
Nell’autunno 2015 realizzano ”Vivere è guerra con i troll del cuore e del cervello”, un radiodramma originale su Henrik Ibsen trasmesso dai Rai Radio3 il 26 novembre 2015.
Nel gennaio 2015, assieme a Teatri di Bari produce “Sei personaggi in cerca d’autore”. Nel 2014 produce “Amleto Fx”(Selezione In-Box 2015; Premio Direction Under 30-TeatroSocialeGualtieri), spettacolo coprodotto con Progetto Goldstein e Teatro dell’Orologio con il quale VQM intraprende un personale percorso di rivisitazione dei classici.
Nel 2013 realizza “Bohème!”, coprodotto dal Festival Internazionale Castel dei Mondi, Progetto Goldstein e Teatro dell’Orologio.
Nel febbraio 2011 collabora con Teatro Minimo,coproducendo e interpretando “Il sogno degli Artigiani” scritto da Michele Santeramo e diretto da Michele Sinisi col sostegno del Festival internazionale Castel dei Mondi di Andria.

Nel 2010 produce “Diss(è)nten”(Premio Next>Generation Festival 2013, Premio della Critica playFestival 2013 – Teatro Atir Ringhiera). VQM è anche attivo nell’organizzazione di festival, percorsi laboratoriali e manifestazioni culturali di vario genere. Nel  novembre 2014 crea, a Bologna, il “Festival 20 30 – Solo posti in ultima fila”, progetto finanziato dalla Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna.

Sempre nel 2014 collabora con il  Teatro Kismet di Bari per la gestione dell’Officina degli Esordi-Laboratorio urbano della città di Bari.

Nel 2012 realizza “Il Teatro degli artigiani – Una conferenza spettacolo “, progetto finanziato dalla Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna. Nel gennaio 2011 è tra i vincitori del Bando della Regione Puglia “Principi attivi 2010 – Giovani idee per una Puglia migliore” con “I Giganti di Domani” progetto laboratoriale su “I giganti della montagna” di Luigi Pirandello volto a favorire l’integrazione di adolescenti extracomunitari.

Nel 2018 debutta “Vieni su Marte”, che prende spunto da Cronache Marziane di Ray Bradbury, dove si immagina il momento in cui l’umanità intraprende la sua ultima grande emigrazione, la più estrema di tutte: la colonizzazione di Marte.

Nel 2020 debutta “Livore. Mozart e Salieri”, che sviluppa i temi affrontati da Puškin nel suo “Mozart e Salieri” e da Shaffer in ”Amadeus”, dando vita a una vicenda piccola e atroce.

Nel 2021 vincono il Premio Hystrio come Migliore Compania Emergente Italiana.


Vicoquartomazzini
PRODUZIONI